Quando è moda, è moda

Da WikiTesti.
Share/Save/Bookmark

Cerca la Canzone per anno: 1900-2000 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959 1960 1961 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1970 1971 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979 1980 1981 1982 1983 1984 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011

Cerca Per Titolo: A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Z W Y

Cerca Per Artisti: A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Z W Y


Colonna Sonora

E' la colonna sonora dei seguenti film:


Album

E' contenuto nei seguenti album: 1978 Polli di allevamento


Wikitesti.com è un progetto gratutito, tutti possono collaborare, inserendo testi spartiti, video o fare una dedica. Perchè non Collabori con noi



Testo Della Canzone

Quando è moda, è moda di Giorgio Gaber

<lyric> di Gaber - Luporini



Mi ricordo la mia meraviglia e forse l'allegria di guardare a quei pochi che rifiutavano tutto mi ricordo certi atteggiamenti e certe facce giuste che si univano come un'ondata che rifiuta e che resiste. Ora il mondo è pieno di queste facce, è veramente troppo pieno e questo scambio di emozioni, di barbe, di baffi e di kimoni non fa più male a nessuno.

Quando è moda è moda, quando è moda è moda. Quando è moda è moda, quando è moda è moda.

Non so che cosa è successo a queste facce, a questa gente se sia solo un fatto estetico o qualche cosa di più importante se sia mio ripensamento o la mia mancanza di entusiasmo ma mi sembrano già facce da rotocalchi o da ente del turismo.

Quando è moda è moda, quando è moda è moda.

E visti alla distanza non siete poi tanto diversi dai piccolo borghesi che offrono champagne e fanno i generosi che sanno divertirsi e fanno la fortuna e la vergogna dei litorali più sperduti e delle grandi spiagge della Sardegna.

Quando è moda è moda, quando è moda è moda.

E anche se è diverso il vostro grado di coscienza quando è moda è moda, non c'è nessuna differenza tra quella del playboy più sorpassato e più reazionario a quella sublimata di fare "la comune" o un consultorio.

Quando è moda è moda, quando è moda è moda. Quando è moda è moda, quando è moda è moda. Quando è moda è moda, quando è moda è moda. Quando è moda è moda, quando è moda è moda.

Io per me, se c’avessi la forza e l’arroganza direi che sono diverso e quasi certamente solo direi che non riesco a sopportare le vecchie assurde istituzioni e le vostre manie creative, le vostre innovazioni.

Io sono diverso, io cambio poco, cambio molto lentamente non riesco a digerire i “corsi accelerati” da Lenin a l’Oriente e anche nell’amore non riesco a conquistare la vostra leggerezza non riesco neanche a improvvisare o fare un po’ l’omosessuale tanto per cambiare.

Quando è moda è moda, quando è moda è moda. Quando è moda è moda, quando è moda è moda.


E siete anche originali, basta ascoltare qualche vostra frase piena di nuove parole, sempre più acculturate, sempre più disgustose che per uno normale, per uno di onesti sentimenti quando ve le sente in bocca avrebbe una gran voglia che vi saltassero i denti.

Quando è moda è moda, quando è moda è moda. Quando è moda è moda, quando è moda è moda.

Io per me, se c’avessi la forza e l’arroganza direi che non è più tempo di fare mischiamenti che è il momento di prender le distanze, che non voglio inventarmi più amori che non voglio più avervi come amici, come interlocutori.

Sono diverso e certamente solo. Sono diverso perché non sopporto il buon senso comune ma neanche la retorica del pazzo non ho nessuna voglia di assurde compressioni ma nemmeno di liberarmi a cazzo non voglio velleitarie mescolanze con nessuno nemmeno più con voi ma non sopporto neanche la legge dilagante del "fatti i cazzi tuoi!"

Sono diverso, sono polemico e violento non ho nessun rispetto per la democrazia e parlo molto male di prostitute e detenuti da quanto mi fa schifo chi ne fa dei miti di quelli che mi diranno che sono qualunquista, non me ne frega niente non sono più compagno, né femministaiolo militante mi fanno schifo le vostre animazioni, le ricerche popolari e le altre cazzate e, finalmente, non sopporto le vostre donne liberate con cui voi discutete democraticamente sono diverso perché quando è merda è merda non ha importanza la specificazione...

autisti di piazza, studenti, barbieri, santoni, artisti, operai, gramsciani cattolici, nani, datori di luci, baristi, troie, ruffiani, paracadutisti, ufologi...

Quando è moda è moda, quando è moda è moda. Quando è moda è moda, quando è moda è moda. Quando è moda è moda, quando è moda è moda. Quando è moda è moda, quando è moda è moda. </lyric>

Sanremo 2014
  1. Ora Renzo Rubino
  2. Pedala Frankie Hi Nrg
  3. Per sempre e poi basta Renzo Rubino
  4. Prima di andare via Riccardo Sinigallia
  5. Quando balliamo Antonella Ruggiero
  6. Sing in the rain Ron
  7. Tanto ci sei Raphael Gualazzi
  8. Ti porto a cena con me Giusy Ferreri
  9. Un abbraccio unico Ron
  10. Un bacio crudele Giuliano Palma
  11. Un uomo è un albero Noemi
  12. Un uomo è vivo Frankie Hi Nrg
  13. Una rigenerazione Riccardo Sinigallia
  14. Vivendo adesso Francesco Renga

Sanremo 2014

  1. A un isolato da te Francesco Renga
  2. Bagnati dal sole Noemi
  3. Controvento Arisa
  4. Così lontano Giuliano Palma
  5. Da lontano Antonella Ruggiero
  6. Il cielo è vuoto Cristiano De Andrè
  7. In questa città Francesco Sarcina
  8. Invisibili Cristiano De Andrè
  9. L'amore possiede il bene Giusy Ferreri
  10. L'Italia vista dal bar Perturbazione
  11. l'unica Perturbazione
  12. Lentamente Arisa
  13. Liberi o no Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots
  14. Nel tuo sorriso Francesco Sarcina

Il testo contenuto in questa pagina è di Proprietà dell'autore. Wikitesti.com è un un'enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

In queste pagine troverai testi , accordi dei vari Album , Canzoni e video, karaoke, midi e karaoke